x

Sempre in contatto con la tua passione?

Iscriviti alla newsletter

Saleen S1, la piccola sportiva su base Artega GT con il 2.3 EcoBoost di Focus RS e Mustang

10 novembre 2017
di Davide Saporiti
  • Salva
  • Condividi
  • 1/6
    Marchio americano, auto tedesca, produzione cinese. La ricetta funzionerà?

    Non solo supercar e preparazioni per Mr. Steve Saleen: intende diventare un produttore automobilistico a pieno titolo e la prima vettura di questo nuovo corso è la Saleen S1. Siamo lontani dalle superlative prestazioni della Saleen S7 o del defunto progetto S5, ma la base non è niente male: Artega GT.

    Saleen aveva infatti acquisito i diritti sulla GT – Artega, per la cronaca, è fallita da tempo e resta solo il supporto ufficiale - nel 2015, anche se non completi perché mancano quelli del disegno originale di Henrik Fisker; in ogni caso, la Saleen S1 adotta un nuovo stile, che ricorda l'originale ma si estende per qualche centimetro rendendola un po' meno compatta di come la ricordavamo. Sotto alla carrozzeria in fibra di carbonio, il Ford EcoBoost di 2.3 litri di Focus RS e Mustang, preparato per l'occasione per sviluppare 457 Cv e 577 Nm e portarla ad una velocità massima di 290 km/h.

    La presentazione della Saleen S1 è avvenuta in Cina, il principale mercato per lei, dove avviene anche la produzione. Ma il resto del mondo non è escluso: negli Stati Uniti sarà presentata a gennaio, al Salone di Detroit. Tutto questo grazie ad un partner Cinese, Jiangsu, che ha investito oltre 2 miliardi e mezzo di Euro per un nuovo stabilimento a Rugao. Non sembrano essere stati comunicati i prezzi, ma, se saprà posizionarsi sul mercato in modo ragionevole e riuscirà ad aggiornarsi nello stile, questa nuova Artega yankee dagli occhi a mandorla potrebbe rivelarsi interessante.

    Saleen S1, la piccola sportiva su base Artega GT con il 2.3 EcoBoost di Focus RS e Mustang

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Tags

    Sposta