x

Sempre in contatto con la tua passione?

Iscriviti alla newsletter

Il Polo Storico Lamborghini restaura l'unica Miura SVR esistente

26 June 2018
di Tommaso Ferrari
  • Salva
  • Condividi
  • 1/8
    Il centro restauro di Sant'Agata riporta allo splendore questo esemplare ispirato alla Jota

    Al circuito Nakayama in Giappone è stata svelata una Lamborghini molto particolare: una Miura SVR. O meglio, ‘la’ Miura SVR, visto che al mondo esiste solo questo esemplare. Costruita all’inizio degli anni ’70, questa one-off era stata realizzata seguendo delle specifiche che si ispiravano direttamente all’iconica Jota, ed ora è stata completamente restaurata dal Polo Storico Lamborghini per riportarla al suo splendore originario. Numero di telaio numero 3781, la SVR nacque come modello da corsa per il collaudatore della casa del toro Bob Wallace, ma quando l’auto venne distrutta in un incidente venne interamente ricostruita prendendo come base una Miura S e trasformandola in ciò che vediamo oggi. Dopo svariati passaggi di proprietà, otto solo in Italia, la S – che era verde con interni neri – venne acquistata da Heinz Straber che la portò in Italia per la conversione grazie ad un lavoro su misura che richiese ben diciotto mesi di manodopera. Dopo qualche tempo Straber vendette la SVR ad un facoltoso cliente giapponese appassionato del marchio che due anni fa decise di riportare la Miura alla casa madre perché la restaurasse nuovamente.

    Il Polo Storico Lamborghini restaura l'unica Miura SVR esistente

    Il lavoro ha richiesto stavolta diciannove mesi ma il risultato è stupendo, calcolando che ci si è basati su un modellino. Già: visto che in Giappone la SVR era diventata famosa grazie alla casa di modellini Kyosho e i progetti della SVR originale secondo Paolo Gabrielli – direttore del Polo Storico Lambo – erano troppo poco chiari, Lamborghini ha utilizzato il modello in scala per i particolari estetici e la verniciatura. Accreditata di circa 440 cavalli, con appendici aerodinamiche magnifiche, scarichi a vista e gomme posteriori larghe quanto una Smart (nessuna sapeva il significato di ‘controllo di trazione’ allora) la SVR è una delle Lamborghini più incredibili da fissare; non sarà elegante come una Miura ma ha un fascino derivato dalla Jota che è innegabile. E’ valsa la pena per il proprietario di questo gioiello aspettare quasi due anni perché il Polo Storico facesse la sua magia riportandola allo splendore di un tempo, e ovviamente lo invidieremo da morire.

    Il Polo Storico Lamborghini restaura l'unica Miura SVR esistente
    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Sposta