Michelin Pilot Sport 4S, la prova su pista ed in strada

20 marzo 2017
  • Salva
  • Condividi
  • 1/24
    Siamo andati in California a testare il nuovo pneumatico sportivo firmato Michelin. Prende il posto del Super Sport e si è dimostrata un’ottima gomma. Il video del test

    Al posto del Super Sport

    Non era facile sostituire il Super Sport ma Michelin, con il nuovo Pilot Sport 4S, ci è riuscita. Sì perché ha preso ciò che di buono aveva l’acclamata Super Sport e ha migliorato il resto. Per farci un’idea sulle sue capacità siamo volati fino in California, fra i cordoli del Thermal Racetrack e le curve del Joshua Tree Park: il primo è un circuito molto tecnico, nato per mettere alla prova vetture e gomme, tanto che Bmw qui ha una sede stabile riservata al suo reparto sviluppo, mentre il secondo è un meraviglioso parco naturale nel deserto e la strada che lo attraversa si è ritagliata il suo andamento sinuoso fra canyon e radure.

    Il test del Michelin Pilot Sport 4S

    Il primo test si è svolto in pista, il Thermal è un tracciato disegnato con il solo scopo di sfiancare auto e pneumatici, fra curvoni di una lunghezza mai vista, rapidi cambi di direzione e staccate impegnative. Qui abbiamo potuto verificare la resistenza alla “stanchezza” come la pregevole stabilità sul veloce, sia in rettilineo che in pieno appoggio in curva. I test condotti dal TUV Sud hanno verificato che il tempo sul giro in uno specifico circuito di 2,6 km hanno visto favorito lo pneumatico francese che ha fermato il cronometro 4 decimi prima del concorrente più veloce. Sul piazzale bagnato, invece, frenata e aderenza sono stati il focus dei nostri esercizi e anche qui il Pilot Sport 4S ha compiuto un ottimo lavoro. Nel misto stretto, la direzionalità degli pneumatici rischia di essere messa velocemente in crisi dalla massa delle vetture che siamo abituati a guidare ma la gomma francese ha mostrato la capacità di restare salda e non soffrire i trasferimenti di carico repentini. Anche sul bagnato ha conquistato risultati migliori degli pneumatici rivali: test indipendenti hanno registrato lo spazio di frenata su bagnato da 80 km/h, il Michelin si è fermato in 27,73 metri, migliore di tutti i concorrenti e con 2,41 m in meno del peggiore in classifica. Ottima prova anche nel Joshua Tree Park, come su quelle curve sporche della sabbia del deserto, trasportata dal vento sulla carreggiata: pur viaggiando con un ritmo sostenuto, non abbiamo mai sentito l’esigenza di alzare il piede dall’acceleratore.

    Già in vendita

    Peraltro, al recente Salone di Ginevra lo abbiamo visto sotto a vetture come la Ferrari 812 Superfast, Porsche 911 GTS, Bmw M3 e M4, Koenigsegg Regera e Noble M600. Il nuovo Michelin Pilot Sport 4S è già in vendita per misure dai 19 ai 20 pollici ed i prezzi consigliati da Michelin partono dai 219 euro per le 235/35 R19.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Sposta