x

Sempre in contatto con la tua passione?

Iscriviti alla newsletter

SSC Tuatara, il ritorno del mostro da 300 miglia orarie

28 August 2018
di Tommaso Ferrari
  • Salva
  • Condividi
  • 1/7
    1.775 cavalli e solo 1.247 chili di peso per l'anti-Koenigsegg e Bugatti dall'America

    Sette anni fa la Tuatara era stata accolta con scetticismo. Nonostante i traguardi raggiunti dalla Ultimate Aero, il nuovo progetto di punta della SSC aveva ricevuto qualche risata beffarda e poco più, vista la cavalleria spropositata e l’obiettivo dichiarato di sfondare il muro delle 300 miglia orarie (483 km/h). Ma finalmente ci siamo. Durante il weekend di Pebble Beach SSC ha svelato la nuova Tuatara che pare abbia trasformato quegli sguardi scettici in brividi lungo la schiena, e non senza un motivo. Sotto al vetro posteriore fa capolino un mostruoso motore V8 biturbo da 5.9 litri che eroga senza sforzi 1.370 cavalli con benzina a 91 ottani, ma impegnandosi un po’ di più e mettendo carburante E85 si arriva a 1.775 cavalli. Oh, e la linea rossa si trova a 8.800 giri. Per chiudere in bellezza la Tuatara fa registrare un peso a secco di – sedetevi – 1.247 chili.

    SSC Tuatara, il ritorno del mostro da 300 miglia orarie

    Calcoli alla mano, abbiamo un rapporto potenza/peso non molto credibile di 1.423 CV/Ton, roba da far impallidire la Bugatti Chiron e persino la One:1. Non abbiamo ancora i dati e le prestazioni ufficiali, ma a prescindere dal record della Agera RS, siamo certi che SSC punti ancora al fatidico muro delle 300 miglia orarie… . Dotata di Michelin Pilot Sport Cup da 245/35 all’anteriore e 345/25 al posteriore, con un coefficiente aerodinamico di soli 0,279 e con un peso irrisorio è molto probabile che la Tuatara non sia solo un missile da rettilineo, ma dovremo aspettare ancora un po’ per scoprirlo e per vedere se queste promesse saranno mantenute. Di certo la Tuatara si è ripresa la scena, alzando non di poco la già folle asticella delle hypercar che dovranno darsi parecchio da fare per stare al passo.

    SSC Tuatara, il ritorno del mostro da 300 miglia orarie
    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Sposta