x

Sempre in contatto con la tua passione?

Iscriviti alla newsletter

MSO ha già messo le mani sulla McLaren 600 LT

23 August 2018
di Tommaso Ferrari
  • Salva
  • Condividi
  • 1/13
    Rifinita in Stealth Grey e ripiena di fibra di carbonio, promette di essere ancora migliore

    Non è da molto tempo che la ‘piccola’ di casa McLaren ha subito un trattamento che l’ha elevata oltre il livello delle Sport Series, terminando nella aggressiva e specializzata 600 LT, eppure il reparto MSO ha già deciso di metterci le mani per fare bella figura al concorso di Pebble Beach che si terrà questo weekend. Il risultato è spettacolare. Già di per sé la Long Tail basata sulla 570S aveva un aspetto davvero cattivo, con quegli scarichi rivolti verso il cielo che sono un capolavoro, alettone in fibra di carbonio e nuovi splitter e diffusore, ma ora McLaren Special Operations l’ha resa ancora più speciale. Il reparto di Woking ha infatti utilizzato per la carrozzeria una particolare tonalità chiamata ‘Stealth Grey’ a contrasto con linee e dettagli arancio McLaren sui bordi delle componenti aerodinamiche e sul cofano anteriore, impreziosito da due linee di colore Matt Black.

    MSO ha già messo le mani sulla McLaren 600 LT

    Come solito non vi sono modifiche meccaniche, ma lo splitter, il diffusore posteriore, le minigonne, gli specchietti, le coperture delle prese d’aria laterali, l’alettone e i paraurti anteriore e posteriore sono stati realizzati in carbonio lucidato, abbassando ulteriormente il già ridicolo peso di 1.250 chili della LT. I cerchi sono alleggeriti e verniciati in nero lucido, mentre sul tetto (ora in carbonio) è stata posta una scenografica presa d’aria (anch’essa in fibra di carbonio) che entra nell’abitacolo e attraverso un condotto (indovinate, anche questo in carbonio) termina a dare aria al motore; secondo McLaren aumenta anche il sound dell’aspirazione. All’interno troviamo gli stessi strani e stupendi sedili montati sulla Senna rifiniti in pelle nera con cuciture arancio, mentre il resto dell’abitacolo – ormai avete capito – è stato riempito di altra fibra di carbonio. Il propulsore resta sempre il 3.8 litri V8 bi turbo da 600 cavalli, ma con tutto questo carbonio i 96 chili persi rispetto alla 570S non faranno che aumentare, migliorando leggermente prestazioni e agilità di questa bellissima 600 LT.

    MSO ha già messo le mani sulla McLaren 600 LT
    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Sposta