x

Sempre in contatto con la tua passione?

Iscriviti alla newsletter

Lotus: la produzione resta inglese, salvo (forse) per il SUV

17 ottobre 2017
di Davide Saporiti
Lotus: la produzione resta inglese, salvo (forse) per il SUV
Jean-Marc Gales non ha dubbi sul fatto che il SUV conserverà i valori e le prestazioni di una vera Lotus

Come sappiamo, dopo Volvo il gigante cinese Geely ha acquisito lo scorso mese anche Lotus. Come abbiamo scritto più volte, dati i grandi successi raccolti dalle ottime vetture sfornate da Volvo negli ultimi anni, siamo positivi anche rispetto a Lotus e quanto sta accadendo sembra confermare le previsioni.

Il CEO Jean-Marc Gales è stato riconfermato e Autocar lo ha raggiunto per avere maggiori informazioni su come intenda muoversi Hethel. Si parla subito, come è ovvio, dell'aspetto più controverso del futuro di Lotus: il SUV. "Di sportive ne faremo sempre" conferma Gales, "ma ci stiamo preparando anche per altri segmenti. Anche lo stesso mercato dei SUV cambia – non sono sempre e soltanto auto alte, è un segmento sempre in evoluzione. Per Lotus esiste una nicchia per una vettura leggera ed aerodinamica che si guida come nessun'altra".

La produzione delle sportive, poi, resterà in Inghilterra: "Per le sportive rimaniamo nello UK, per le altre tipologie è ancora da stabilire". E riguardo ai prossimi modelli: "Stiamo ancora decidendo. E' tutto ancora molto aperto a varie possibilità, ora abbiamo un grosso costruttore a supportarci. Si è chiuso un capitolo e se ne apre uno nuovo. Per noi è un bene, ed è un bene anche per la nostra terra. C'è molto da fare e io sono qui per rimanere".

Il ruolo di Lotus all'interno del "pianeta Geely" sarà quello che meglio le riesce: il riferimento quanto a handling, leggerezza e aerodinamica. "Le nostre auto non sono le più potenti, ma il nostro feeling e la qualità dell'esperienza di guida sono insuperabili". Viene da pensare che Lotus possa attingere alla disponibilità di telai e motori o comunque componenti Volvo e infatti Gales non lo esclude: "Siamo parte di una grande famiglia, perciò perché non dovremmo? Ci saranno sinergie, certo mantenendo un'identità. La nostra è leggerezza, aerodinamica e handling".

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sposta