x

Sempre in contatto con la tua passione?

Iscriviti alla newsletter

Le auto si godono di più se non cercate di fare gli eroi

19 September 2017
Le auto si godono di più se non cercate di fare gli eroi
Guidare è bello, ma c'è un limite a tutto. Pensate bene a ciò che vi serve davvero, in ogni occasione

di Richard Porter

Le due più grandi fregature degli ultimi 20 anni sono state quel tipo nigeriano che vi vuole bonificare grandi somme di denaro e la Peugeot 306 Rallye. Era una versione priva di condizionatore, vetri elettrici e tetto apribile, per un risparmio totale di 16 kg. E sembra che ci siamo cascati. Eravamo tipo: "Son pronto a sudare perché per me guidare è molto importante". Perché dai, la Rallye era meccanicamente identica alla sorella "normale" e avrei sfidato chiunque a notare la differenza in termini di peso.

Non fate gli eroi. Non ordinate una Porsche senza aria condizionata e stereo, non noterete alcuna differenza e finirete solo per essere più accaldati ed annoiati nel traffico. Vale anche all'inverso: non scegliete per forza quelle sospensioni pluriregolabili optional, perché a) su alcune auto è solo peggio e b) non servono per andare al centro commerciale. Eroismi del genere li ho visti anche ad evo, quando quel tipo dello staff disattivava il controllo di stabilità per fare qualche centinaio di metri da un parcheggio all'altro.

Piace a tutti l'idea di essere pilotoni pronti a reagire ad ogni scodata improvvisa con un secco movimento di polso, ma nella vita di tutti i giorni non c'è bisogno di certe cose. Il che mi porta, guarda un po', al cambio manuale. A me il manuale piace, come probabilmente piace a voi. Un buon manuale è una cosa davvero piacevole. Ad esempio, la cambiata manuale sull'ultima Porsche Boxster è così precisa e meccanica che ti sembra di infilare la mano nel cambio e muovere gli ingranaggi con le dita. Ciò nonostante, dovessi scegliere il cambio della mia Boxster, sarei indeciso, dovrei pensarci molto bene; mi piace guidare e mi piace avere il massimo controllo, ma, dovessi guidarla in ogni circostanza, incluso il traffico nelle congestionate città e tornando a casa la sera con gli occhi gonfi, penso che un manuale non servirebbe a nulla.

In un mondo utopico in cui ogni viaggio avviene lungo meravigliose strade vuote, andrei di manuale. Irrigidirei gli ammortizzatori e disattiverei l'ESP. Potrei perfino rinunciare ad aria condizionata e stereo e ordinare sedili sportivi così estremi che ogni viaggio sarebbe come farsi abbracciare da uno scheletro e pensare che tali scelte porterebbero dei benefici; ma, perfino allora, mi prenderei in giro. Le auto si godono di più se non cercate di fare gli eroi. Certo potete non essere d'accordo con me. In questo caso, il mio cugino nigeriano sarebbe felice di parlare con voi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sposta