x

Sempre in contatto con la tua passione?

Iscriviti alla newsletter

La mia Opel Speedster

24 January 2018
di Davide Saporiti
  • Salva
  • Condividi
  • 1/6
    La Opel Speedster, un'auto sempre un po' trascurata ma che non ha nulla da invidiare alla cugina Elise. Davide ci presenta la sua

    Certe Lotus sono pericolose. C'è gente rapita dall'Elise che non riesce più ad uscire dal tunnel. Capitò anche a quelli di Opel – o, per essere più precisi, General Motors - nella metà degli anni '90, quando scelsero Lotus come partner per ampliare la gamma con una vettura sportiva che potesse elevare il marchio a qualcosa più di un costruttore di vetture da famiglia. Così, nel 2001, arrivò la Opel Speedster, la "cugina" della Lotus Elise; una vettura targa con lo stesso, indentico telaio e da sempre un po' trascurata perché ritenuta meno "nobile". Ma c'è chi la sa apprezzare. Davide è uno di questi.

    Dall'Inghilterra con furore

    La mia Opel Speedster

    Davide non sapeva che le Lotus fossero pericolose. Figuriamoci le Opel. Arrivava da una Mini Cooper S e, avendo una gran voglia di trazione posteriore da guidare prevalentemente in pista, si era messo alla ricerca di un mezzo ideale. Ad un tratto, l'illuminazione: Opel Speedster. O, meglio, Vauxhall Speedster. Perché è lei che trova pubblicata su uno dei principali motori di ricerca di auto usate: una vettura importata dall'Inghilterra e convertita a guida a sinistra.

    Inevitabilmente, parte il trip: "Cercai tutte le informazioni possibili relative a questa macchina, che purtroppo non ebbe il successo che meritava e scoprii che era davvero un gran progetto: telaio Lotus e motore GM, incredibilmente affidabile, a differenza dei Rover che montava Lotus. Come ogni Lotus ha i suoi difetti, ovvero una grande fragilità delle parti meccaniche del telaio (toe-link, braccetti, testine, ecc...). Per fortuna, la mia era già stata 'messa in sicurezza' con i lavori necessari".

    La Speedster di Davide aveva anche un altro valore aggiunto: "Un pregio dello Z22SE, il 2.2 aspirato GM, è la possibilità di montare un kit volumetrico praticamente plug & play che non richiede intervento sul blocco motore, cosa che venne fatta sulla mia con compressore Eaton M62. La prima volta che l'ho guidata sono rimasto sconvolto: completamente diversa dalle auto 'normali', un maxi go-kart. Da lì, ho perso la testa per questo tipo di auto e sono tuttora convinto che a livello di piacere di guida non esista niente di meglio".

    Quella voglia di pista

    E' facile cadere dalla padella nella brace, perché la pista è lì a un passo... Infatti Davide prepara la sua "Speedy" – come la chiama lui – alleggerendola fino a 820 kg, montando un alettone regolabile in carbonio, barra antirollio regolabile e altre modifiche al telaio e si butta nel Time Attack. Debutto infuocato: nella stessa categoria ci sono Porsche 911 Carrera S, Porsche Cayman GT4, BMW M3 E92, Convette C6.

    Ma, con sua stessa sorpresa, Davide chiude al terzo posto di classe e terzo assoluto categoria Nankang Series, vincendo anche la tappa del Mugello sotto il diluvio. "Dopo questa stagione sono definitivamente innamorato di questa macchina, sottovalutata e poco conosciuta. La gente sta anche imparando a conoscerla e spero di restituirle, nel mio piccolo, almeno un poco dei riconoscimenti che si meritava all'epoca del debutto sul mercato".

    Anno nuovo, nuove modifiche: Speedy, ora, è sotto i ferri. Il motore viene completamente rivisto e ci sarà un nuovo compressore volumetrico per un totale di 350 Cv. Obbiettivo: vittoria nel Time Attack e forse qualche altro campionato. Che dire Davide, buona fortuna e complimenti!

    Le modifiche

    I dati che ci ha comunicato Davide:

    Motore Z22SE 2.2 16v
    270cv a 6800rpm
    320nm a 3900rpm
    Peso Stimato 820kg

    Kit Compressore Volumetrico Eaton M62
    Intercooler Aria/Acqua Setrab 16 File
    Olio Motore e Cambio Royal Purple
    Filtro Aria ITG 76mm

    Dischi Freno Anteriori 308 Campana Ergal
    Dischi Freno Posteriori 288 Baffati
    Pastiglie CL RC6
    Tubi in Treccia
    Pinze 2 Pot Ant e Post Rigenerate

    Gomme Nankang AR-1 215/45 R17 / 235/40 R17
    Cerchi in Lega Mak XLR
    Sospensioni Nitron NTR
    Bracci Sopsensioni Revisionati e Verniciati a Polvere
    Ball joint nuovi
    Testine Toelink Su Uniball
    Boccole dei trapezi in teflon
    Scatola Guida Quick Rack
    Cavi Cambio 2016

    Centrale 100 Celle
    Terminale Tullet Inox

    Grafica Wrap
    Hard Top Light Giallo

    Centralina Originale con Programma OBD Tuner

    Sedile Carbonio Eltech
    Splitter Carbonio + Lip Eltech
    Spoiler Post. GT Carbonio Eltech
    Kit Minigonne Eltech
    Telaietto Posteriore Rinforzato
    Supporti Motore Nuovi 2017
    Prese Aria Carbonio Eltech
    Riscaldamento Box Alluminio
    Pannelli Porta Slim
    Stack Cover Carbonio Eltech
    Dash Carbonio Senza Radio

    Auto Realizzata da Eltech-Italia Motorsport

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Sposta