x

Sempre in contatto con la tua passione?

Iscriviti alla newsletter

La Corvette ZR1 non riesce nell'impresa. Mentre la Porsche...

17 April 2018
di Tommaso Ferrari
La Corvette ZR1 non riesce nell'impresa. Mentre la Porsche...
La sportiva americana e quella tedesca tentano due nuovi primati personali all'Inferno Verde

Questa volta non c’è nessun record strabiliante da annunciare, nessun nuovo vincitore da ammirare, ma solo due risultati più o meno significativi che hanno avuto luogo fra le curve della Nordschleife in queste ultime ore. Iniziamo con il primo. Da qualche giorno si era vista girare al Nurburgring una Chevrolet Corvette ZR1 con quelli che sembravano dei tubi di cartapesta montati sopra due dei quattro terminali di scarico, che si sono rivelati ovviamente degli enormi silenziatori per contenere la rumorosissima voce del V8 americano; dopotutto si sa, anche l’lnferno Verde ha i suoi limiti di decibel… Risolto il problema, la ZR1 rappresentava per molti un’ottima pretendente al titolo (o perlomeno certi che sarebbe scesa sotto i 7 minuti), con un motore impressionante da 6.2 litri con compressore volumetrico capace di erogare 765 cavalli e quasi mille Nm di coppia, oltre ad un assetto ed un’ aerodinamica questa volta particolarmente migliorate. Invece, nonostante l’immensa cavalleria a disposizione e le migliorie effettuate, il sito Bridge to Gantry riporta che il tempo non ufficiale registrato per ora dalla Chevy è stato un ottimo – ma piuttosto deludente viste le aspettative – 7’12’’00 min netti, quando un paio d’anni fa la Z06 aveva girato solamente sette secondi più lenta.

La Corvette ZR1 non riesce nell'impresa. Mentre la Porsche...

Il secondo risultato – molto più clamoroso – è stato raggiunto da Porsche, con la sua 991.2 GT3 RS verde brillante con pacchetto Weissach. L’incredibile 911 della casa di Stoccarda può ora contare su 520 cavalli spremuti dal flat six da 4.0 litri e su un telaio ancora più raffinato, che sono stati i motivi dello stupefacente tempo di 6’56’’00 min registrato dagli osservatori del Nurburgring. Seppur nove secondi più lenta (ovviamente) della 911 GT2 RS turbocompressa, questo tempo rimane sbalorditivo e dannatamente rapido per una Porsche aspirata, e pensando a quello stabilito dalla 918 Spyder, anche leggermente imbarazzante per la Hypercar tedesca… Non sappiamo se il tempo della Corvette sia stato danneggiato da qualche fattore imprevisto o non sia quello definitivo, ma ci auguriamo riesca a raggiungere una prestazione più consona alle sue potenzialità. Per quanto riguarda la GT3 RS, tanto di cappello per l’ennesima dimostrazione delle qualità della 911 più specializzata di tutte.

La Corvette ZR1 non riesce nell'impresa. Mentre la Porsche...

Pictures by Car Throttle and Bruno Dias

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sposta