x

Sempre in contatto con la tua passione?

Iscriviti alla newsletter

I modelli AMG erediteranno la tecnologia ibrida della Mercedes-AMG Project One

9 February 2018
di Davide Saporiti
I modelli AMG erediteranno la tecnologia ibrida della Mercedes-AMG Project One
A partire dal 2021, la sfrutteranno anche le altre vetture AMG

Proprio un paio di giorni fa il nostro collega inglese Richard Meaden scriveva dei dubbi che nutre in merito alla moltitudine di elettriche che nascono come funghi; in particolare, Meaden ritiene che dietro a certi progetti vi sia altro, non la passione e non la cultura dell'automobile, ma un "cavallo di Troia" pieno di elettrodomestici.

La Project One come apripista

I modelli AMG erediteranno la tecnologia ibrida della Mercedes-AMG Project One

Non possiamo certo dire che sia il caso di Mercedes-AMG: Tobias Moers ha fatto qualche dichiarazione interessante ai colleghi di Autocar e ha confermato che la Mercedes-AMG Project One è un'ammiraglia progettata non solo per essere l'apice della tecnologia Mercedes-AMG e l'orgoglio di Affalterbach, ma anche per fare da apripista per i nuovi modelli AMG. Ecco, magari non troveremo a bordo il V6 benzina di 1.6 litri da Formula 1, ma il sistema di quattro motori elettrici sarà molto probabilmente lo stesso. Sulla Project One, un motore alimenta il turbo, mentre un secondo e più grande motore è integrato direttamente nella trasmissione, con un layout simile al MGU-K delle attuali F1. "A mio avviso, l'elettrificazione è la chiave per le performance del futuro. Con l'elettrificazione ottieni efficienza e prestazioni".

Due parole con Tobias Moers sulla Project One

A proposito di Project One: ci siamo. Gli ingegneri che ci leggono avranno un'idea di quanto sia impegnativo portare su strada un powertrain del genere. Ma ora è quasi pronta, anche se non sarà in vendita in tutto il mondo: "Sicuramente in Europa e Regno Unito" conferma Moers, "ma non in Cina".

E' un progetto molto complesso, in particolare – confessa Moers ad Autocar – per quanto riguarda emissioni, vibrazioni e peso. Ma quanto durerà quel motore? "Oggi durano molto di più, perché la quantità di motori a stagione ora è limitata. Noi certifichiamo quello della Project One per 50.000 km. Dopodiché, va ricostruito". Se gli chiedi quale sia il futuro della Project One, se esistano già altri progetti in cantiere, Tobias Moers scuote la testa energicamente: "Nessun piano per una erede. Non puoi far piani da 10 anni in un'epoca come questa. Io non vado oltre quattro o cinque anni".

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sposta