x

Sempre in contatto con la tua passione?

Iscriviti alla newsletter

Honda aggiorna la NSX per renderla più agile

29 August 2018
di Tommaso Ferrari
Honda aggiorna la NSX per renderla più agile
Modifiche a gomme, sospensioni, propulsore e modalità di guida perchè diventi più affilata

A dispetto del non indifferente peso (quasi 1.800 chili) la Honda NSX di ultima generazione è sempre stata incredibilmente veloce e con una dinamica inaspettata, come una sorta di Nissan GTR, tutto tranne che leggera ma dal passo devastante. Per il 2019 però Honda ha aggiornato in modo sostanziale la sua supercar ibrida, introducendo svariate modifiche. L’obiettivo era rendere la NSX più confortevole ma anche più affilata nella guida sportiva, così si è intervenuti sui diversi settaggi delle sospensioni magnetoreologiche che ora sono molto più morbide in modalità di guida “Quiet” ma più rigide quando si passa a “Sport +” o “Track”. Le barre antirollio sono state maggiorate e irrigidite (del 26% all’anteriore e del 19% al posteriore) mentre le gomme sono state sostituite con più sportive Continental SportContact 6, cui mescola è stata pensata per adattarsi alla NSX.

Honda aggiorna la NSX per renderla più agile

Il motore non è stato modificato, così la supercar Honda avrà ancora un 3.5 litri V6 twin-turbo unito a tre motori elettrici per una potenza totale di 581 cavalli che le permettono di passare da 0 a 100 in 2.9 secondi. Per rendere però la guida più coinvolgente i sistemi elettronici che regolano lo sterzo, il controllo di trazione e il funzionamento del propulsore ibrido sono stati migliorati per una risposta più rapida e reattiva, nonché più sportiva. La sola modifica che non migliorerà prestazioni o piacere di guida è il nuovo colore Thermal Orange Pearlescent, ripreso anche dalle pinze dei freni, mentre per gli interni si può scegliere ora un abitacolo completamente in pelle rossa o con dettagli in Alcantara blu. Le modifiche apportate da Honda aumenteranno certamente l’agilità della NSX, ma scopriremo di quanto solo su strada.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sposta