Consigli per gli acquisti: BMW Z3M Coupé

31 marzo 2017
a cura della redazione
  • Salva
  • Condividi
  • 1/7
    La ignorantissima Z3 M ci ha messo un po' a convincerci tutti del suo valore. Ma è sempre stata robusta, affidabile ed ora è segretamente desiderata anche dai più scettici

    Un po' come il vino buono, la BMW Z3 M Coupé ha avuto bisogno di tempo per maturare, decantando nella mente dei più prima di essere davvero apprezzata. Oggi, la sua linea shooting brake è straordinariamente attraente e il brutto anatroccolo è diventato un cigno.

    La prima generazione, nome in codice S50, non disponeva di alcun controllo elettronico. 320 Cv, oggi, non fanno chissà che effetto, ma nel 1998 era un'altra storia, più che sufficiente per impensierire gli pneumatici 245/40ZR17. Nel 2000, arriva la S54, ma le vendite continuano ad essere modeste; ciò nonostante, la nuova creatura è anche meglio della precedente, con poche modifiche estetiche ma con il motore della M3 E46 sotto il cofano, con un leggero aumento sia di coppia che di potenza e una guidabilità decisamente migliore, con una"schiena" maggiore ai medi. Era un'auto meno pura della S50, ma più facile per chi desiderava contare sull'aiuto dei controlli di stabilità e trazione.

    Motore

    Il motore S54 era uno dei migliori nel 2001, era l'International Engine of the Year. Non soffriva e non soffre di malattie particolari (sempre che lo trattiate come si deve). Gli intervalli di manutenzione sono ogni 15.000 km per la S50 e ogni 20.000 per la S54. Nel caso in cui questo splendido "sei in linea" girasse un po' ruvido e avesse il fiato corto, con tutta probabilità ci sono problemi al sistema di fasatura variabile VANOS; l'intervento non è economico (siamo oltre i 1000 Euro). Per scovarlo, spesso basta individuare un ticchettio da sopra il motore. E' qualcosa che le concessionarie e gli specialisti vari dovrebbero curare regolarmente, ma è meglio controllare prima di un acquisto. La S54, poi, può soffrire di pompa olio difettosa, l'aspetto più pericoloso di tutti perché coinvolge i cuscinetti dei gomiti dell'albero motore. Una volta questo aspetto era oggetto di richiami ufficiali, ma non per le M Coupé. Nuovi cuscinetti richiederanno altri 1000 Euro.

    Trasmissione

    Il cinque rapporti manuale è piuttosto robusto. Alcuni esemplari chilometrati potrebbero soffrire di una leva un po' più lenta nell'azionamento, cosa che si può rilevare con un innesto un po' più gommoso del normale. I componenti non sono costosi, ma tenete conto della manodopera... Aprite il baule, sollevate il rivestimento e prestate attenzione per eventuali crepe nelle giunture del fondo, che indicano staffe del differenziale che stanno per cedere.

     

    Sospensioni, sterzo e freni

    La M Coupé non pesa molto (parliamo di 1375 kg), perciò non distrugge i freni e non è necessario sostituirli prima di 50.000 km. Anche le sospensioni non soffrono particolarmente, se non per i consueti elementi soggetti ad usura. Meglio comunque ascoltare bene per eventuali sbatacchiamenti e tremori provenienti dal posteriore, che soffre un po' di più.

    Carrozzeria, interni ed elettronica

    Attenzione alla ruggine. Un'auto trascurata può esserne affetta. Occhio ad eventuali "bolle" sui passaruota e, già che ci siete, prendete una torcia e controllate anche il fondo.

    Quanto costa

    Dipende. Siamo in piena bolla speculativa e qualcuno ritiene che una M Coupé perfetta valga anche 75.000 Euro... Diciamo che sarà difficile trovarne una in ordine a meno di 30.000 Euro, ma il venditore onesto di una vettura non perfetta potrebbe accontentarsi di 20-25.000 Euro.

    Cosa avevamo scritto

    "Sono nove mesi che guido questa M Coupé e ci ho fatto 25.000 Km. Comincio ad apprezzare il suo ingresso in curva e il suo muscoloso e grottesco aspetto. Ma mi rendo anche conto di essermi assuefatto al suo tosto telaio e al suo comportamento un po' ansioso sul bagnato"

    "La M Coupé è molto sensibile alla superficie stradale. Sul bagnato impensierisce e l'architettura delle sospensioni posteriori non mi dà la fiducia necessaria per spingere sulle curve più veloci"

    "Anche andando leggeri sul pedale del gas, sul bagnato la coda della M parte subito e coinvolge i controlli elettronici. Per fortuna sei seduto molto arretrato, così riesci a capirlo prima. Ma lo sterzo è molto diretto e veloce, anche più di quello della M3, con tanto feeling da un anteriore poco sottosterzante".
     

    "Il motore è davvero magnifico. Qualunque sia la marcia inserita, la pressione sul pedale del gas equivale a un calcio nella schiena e la M Coupé ti spara verso l'orizzonte come un proiettile d'artiglieria".

     

     

    EVO UK 043, maggio 2002

    Ne ho avuta una

    "Ho sempre amato le BMW, in particolare quelle fuori dal coro. Perciò la Z3 M l'ho trovata subito attraente. A molti non piaceva, ma poi hanno imparato ad apprezzarla. La prima l'ho avuta a ventun anni, era una S54, un modello raro, grigio scuro con interni rossi e neri. Vorrei non averla mai venduta. L'ho tenuta per un anno e ci ho fatto anche dei trackday, un giro in Europa e una visita al Nordschleife. Era molto bella da guidare, richiedeva poco sforzo ed era instancabile.

    Poi ho comprato una Z4 M Coupé. Pensavo che fosse sensata come mossa successiva. Ma poi mi sono reso conto che mi mancavano il fascino e i capricci della Z3 e ho capito che ne volevo un'altra. Ora ne ho una nera con interni neri: aveva 120.000 km e l'ho pagata 10.000 Euro. Certo era economica, ma l'ho presa sapendo che ci avrei dovuto lavorare su. Parecchio. La sto trasformando in un attrezzo da pista e ho eliminato tanto peso. Ora siamo sui 1280 kg. Ho anche installato un compressore volumetrico e raggiunto la potenza di 500 Cv".

    "Tre anni fa ho avviato il Knight's Garage, compravendita di auto ad alte prestazioni e mi sono specializzato in qualche modo nelle Z3M Coupé, perché mi piacciono molto. Non sono assolutamente fragili se seguite correttamente, anche se le guidi senza risparmiarti. Raccomando comunque sempre una seria ispezione pre-acquisto, anche se hanno avuto parecchi proprietari: per qualche motivo, infatti, molti non fanno tanta strada. Secondo me, la Z3 M è l'essenza di una instant classic: è velce, divertente, pratica e con l'S54 è spinta da uno dei migliori sei cilindri in linea di sempre". Russell Knight

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Sposta