x

Sempre in contatto con la tua passione?

Iscriviti alla newsletter

All'asta una Ferrari irresistibile

17 April 2018
di Tommaso Ferrari
All'asta una Ferrari irresistibile
Fra un mese sarà battuto a Indianapolis uno dei più bei esempi di F12 Tdf prodotti

Fra il 15 e il 19 Maggio si terrà a Indianapolis la ‘Mecum Auctions’, un’asta con decine e decine di lotti americani e onestamente parecchio strani per i nostri gusti (leggi: orrendi). Vi sono però delle gemme che spiccano in tutta questa stravaganza, ed una fra tutte è certamente la supercar di queste immagini. La Ferrari F12 Tdf (chiamata così in onore del Tour de France, gara che vide negli anni ’50 e ’60 la Ferrari come protagonista) rappresentava la massima evoluzione della F12 Berlinetta, ed era semplicemente mozzafiato: con un V12 da 6.3 litri capace di sprigionare 780 cavalli e di sbattere contro il limitatore solo quando si arrivava a 8500 giri, proiettava i suoi 1520 chili di peso da 0 a 200 in 7,9 secondi e da 0 a 100 in meno di tre. A tutto questo si sommava una meravigliosa carrozzeria tormentata da sfoghi e prese d’aria, nonché aperture e sistemi per l’aerodinamica attiva e non. Quando è stata presentata sapevamo già come sarebbe andata a finire: molti dei 799 esemplari prodotti sarebbero stati ingabbiati in un garage in attesa che i prezzi crescessero a dismisura, e questo è esattamente ciò che è successo visto che il cartellino del prezzo è quasi triplicato prima ancora che la Tdf posasse le ruote sull’asfalto.

All'asta una Ferrari irresistibile

Tuttavia, non si può non sognare di possedere quest’esemplare. Con sole – ovviamente – 1159 miglia (1862 chilometri) sul contachilometri è una delle più belle F12 Tdf in circolazione, verniciata in uno scintillante ‘Ferrari Rosso F1’ con loghi della Scuderia a contrasto, e con oltre 92.000 dollari di optional, fra cui la Ferrari Telemetry, nel caso abitiate a due passi dal circuito di Imola e vogliate approfondite analisi dei vostri giri in pista. Ad aumentare ulteriormente l’appeal e soprattutto il prezzo di questo esemplare ci pensa l’autografo di Sebastian Vettel che fa capolino dalla divisoria in fibra di carbonio posta fra i sedili e lo spazio per i bagagli, oltre a tutte le migliorie che era possibile aggiungere come freni carboceramici, sospensioni elettromagnetiche e interni in alcantara neri con cuciture bianche. E’ molto probabile che il prezzo a cui verrà battuta questa Tdf sarà ben oltre il milione di euro, anche se in ogni caso molti degli occhi di Indianapolis saranno puntati su customizzate Camaro anni ’80 e strani furgoncini rialzati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sposta